Scuola: senza supplenti materne e nidi a rischio chiusura anticipata

Comunicato Stampa del 20/1/2014

Scuola: senza supplenti materne e nidi a rischio chiusura anticipata

Da alcuni mesi dal Municipio Roma VIII si è lanciato l’allarme relativo all’esiguità del personale a disposizione da utilizzare nelle supplenze brevi, quelle che vanno da un giorno a pochi mesi. Già in parecchie giornate di questo anno scolastico ci si è trovati nell’impossibilità di inviare sostitute all’interno di nidi e scuole dell’infanzia, con l’inevitabile e spiacevole situazione di non poter accogliere nelle strutture tutti i bimbi aventi diritto. Da ultimo, lo scorso 17 gennaio, abbiamo registrato l’ennesimo grido d’allarme, stavolta dalla Scuola dell’Infanzia Casa dei Bimbi: ‘in data odierna non sono state reperite le supplenti giornaliere necessarie per assicurare il fuori rapporto numerico. Si resta in attesa di disposizioni per evitare disservizi e garantire la sicurezza e il normale svolgimento delle attività didattiche.” Da difficoltosa la situazione è diventata insostenibile. Ancora oggi si è nuovamente avanzata la richiesta di riapertura delle graduatorie del personale supplente e di emanazione di un bando specifico. Che tali provvedimenti non bastino e che serva pure una riorganizzazione generale dei servizi educativi, come ha sostenuto l’Assessora comunale competente Alessandra Cattoi, non è un buon motivo per non far nulla! .”

“Nel Municipio Roma VIII a fronte di 141 insegnanti, distribuite su 20 scuole dell’infanzia, si hanno a disposizione solo 9 supplenti e su 151 educatrici, presenti nei 13 nidi del Municipio, si può contare su un massimo di 35 supplenti, che però sono impiegate su tutto il territorio cittadino.”

“Se Roma Capitale non ha intenzione di intervenire immediatamente ci metta nero su bianco l’unica alternativa che resta: chiudere in anticipo le scuole dell’infanzia e gli asili nido, eliminando l’apertura pomeridiana per concentrare tutto il personale disponibile sulla mattina e causando una vera e propria catastrofe per centinaia di famiglie.”

“Si fa appello al Sindaco Marino per scongiurare tale sciagurata eventualità, optando per un provvedimento d’urgenza finalizzato al reclutamento di nuovo personale supplente, possibile attraverso una semplice determinazione dell’Amministrazione Capitolina. Ma occorre far presto…” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII