Grottaperfetta: il fosso è da tutelare e non da asfaltare

Comunicato Stampa 13 marzo 2014

Grottaperfetta: il fosso è da tutelare e non da asfaltare

“Nel corso della commissione controllo e garanzia di Roma Capitale convocata sulla questione delle opere di urbanizzazione di via Grottaperfetta, denominate I-60, il Municipio VIII, a cui compete la vigilanza del territorio, ha prodotto gli atti ricevuti dagli Enti preposti, Regione Lazio Area Paesistica e Difesa Suolo, Autorità di Bacino del Fiume Tevere, che hanno recentemente rieffettuato un sopralluogo sul posto confermando l’esistenza del Fosso vincolato. La magistratura ha convalidato il sequestro dell’area e sta accertando l’esistenza di danni ambientali e di eventuali responsabilità. Non resta che attendere gli esisti. Il corso acqua protetto è risultato occluso con pezzi di asfalto e cemento armato.  Il Municipio ritiene che si tratti di una attività del tutto illecita ed è fiducioso negli esisti dell’indagine, per far ripristinare una fascia di assoluta inedificabilità di 150 metri  dallo storico Fosso.” – dichiarano Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII e Massimo Miglio, Assessore all’Urbanistica del Municipio Roma VIII