Salario Accessorio: pronti a confronto e a sostenere i dipendenti

Comunicato Stampa del 6 maggio 2014

Salario Accessorio: pronti a confronto e a sostenere i dipendenti

“Con altri rappresentanti delle Istituzioni Municipali ci siamo trovati in Piazza del Campidoglio assieme a migliaia di dipendenti capitolini, che vedono messo a repentaglio il loro stipendio dai tagli indistinti proposti dagli emissari del Ministero dell’Economia e Finanze. La mobilitazione odierna è stato un atto necessario per sottolineare la contrarietà a quanto paventato, che è un vero e proprio ricatto: per continuare ad erogare il contributo statale per appianare le lacune economiche ultradecennali del bilancio comunale, il governo Renzi pretende che Roma Capitale proceda al taglio cospicuo degli stipendi dei propri dipendenti.”

“Roma è chiamata a reperire risorse aggiuntive, procedendo a tagli sulla spesa corrente nonché a riorganizzare radicalmente la macchina amministrativa. Per farlo deve poter scegliere in piena autonomia e senza alcun condizionamento esterno quali siano le voci da eliminare, modificare o ridimensionare. Non si può far cassa tagliando 200 euro al mese a chi ha uno stipendio medio di 1.200/1.300 euro.”

“Per questo si rinnova la disponibilità già data a lavoratori, sindacati e al confronto richiesto, e ad affiancare la loro giusta mobilitazione ed a rafforzarla davanti al governo nazionale, chiedendo anche maggiore determinazione alla Giunta comunale. Perché se si dovesse malauguratamente procedere al taglio delle retribuzioni, oltre alla mortificazione di migliaia di famiglie ridotte ai limiti della soglia di povertà, ne risentirebbero i servizi pubblici con inevitabili chiusure, parziali o totali. Roma, i cittadini e i dipendenti meritano maggiore attenzione e rispetto.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII