Ama, 6 giorni per rimuovere inciviltà dei rifiuti ingombranti?

Comunicato Stampa del 6 ottobre 2014

Ama, 6 giorni per rimuovere inciviltà dei rifiuti ingombranti?

“Dietro l’abbandono di rifiuti ingombranti, per cui l’Ama ha approntato un servizio dedicato di recupero a domicilio, c’è l’inciviltà e il disinteresse per la collettività, tanto più deleteri in momenti particolari come quello attuale, in cui il Municipio Roma VIII sta passando dal sistema tradizionale alla Raccolta differenziata. Nel richiedere ancora una volta uno sforzo di controllo alla Polizia Locale ed agli agenti accertatori, la cui azione non è affatto visibile, si fa appello all’Ama affinché si prendano in carico in tempi rapidi gli episodi sgradevoli riscontrati dal Municipio. Non è certo il caso del materasso di Via Costantino e della mini discarica nei pressi di Piazzale 12 ottobre 1492, ambedue oggetto di specifica segnalazione telefonica e di comunicato stampa con foto relative mercoledì scorso ed a tutt’oggi giacenti nelle rispettive aree.”

“Pur senza stravolgere l’organizzazione del lavoro attuale, non si può responsabilizzare chi opera per lo svuotamento dei cassonetti chiedendo di prendere nota della presenza di relativi materiali ingombranti, come di quelli più piccoli procurati dall’altrettanto diffuso e dannoso fenomeno del rovistaggio, attivando in automatico un servizio relativo? E’ evidente che se ci vogliono 6 giorni, sempre che oggi si intervenga, per rimozioni evidentemente semplici, qualcosa non va, con l’aggravante di continuare a dare alla cittadinanza una sensazione di inefficienza e di seminare sfiducia. Il contrari di quello di cui si ha bisogno.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII