Piano Casa: è una spada di Damocle, si torni alla ragione

Comunicato Stampa del 31 ottobre 2014

Piano Casa: è una spada di Damocle, si torni alla ragione

 “L’allargamento fino a tutto il 2016 del Piano Casa regionale elaborato dalla ex Presidente Polverini è un malcelato regalo al mattone.  Invece di impegnarsi in progetti di riconversione del patrimonio immobiliare già edificato e rimasto invenduto, poiché il mercato risulta saturo da tempo, si alimenta la logica sciagurata che prevede ancora consistenti aumenti di cubature esistenti e persino di quelle ancora non realizzate.” “E’ una vera e propria spada di Damocle puntata alla testa dei territori e dei Municipi. Basti pensare che dal 1° gennaio 2013 nel solo Municipio Roma VIII ci sono state 33 richieste di interventi di superfici sulla base del famigerato art. 3 ter. In quasi tutti i casi, lungi dal trattarsi del piccolo ampliamento di una famiglia media, si hanno di fronte complessi  medi e medio-grandi ed interessi di cordate economiche. Altri due anni di deregulation sono davvero insostenibili, si torni subito alla ragione.”  – dichiarano Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII e Massimo Miglio, Assessore all’Urbanistica del Municipio Roma VIII