Fosso Tre Fontane e Almone, fondamentali per equilibrio idrogeologico

Comunicato del  7 novembre 2014

Fosso Tre Fontane e Almone, fondamentali per equilibrio idrogeologico

Mentre il Municipio Roma VIII avviava il ripristino del Fosso delle Tre Fontane, illegalmente interrato nell’ambito dell’edificazione I-60 Grottaperfetta, si verificava lo straripamento del fiume Almone, con la conseguente chiusura del primo tratto della via Appia Antica e l’allagamento di attività commerciali e aziende agricole.

L’equilibrio idrogeologico della zona è stato seriamente compromesso ed è urgente attuare un piano complessivo di tutela ambientale.

Aver abbandonato da anni il fiume sacro di Roma ha come conseguenze evidenti gli scarichi abusivi, gli sversamenti criminali di materiali inquinanti, le discariche a cielo aperto, le esondazioni come quella odierna.

E’ urgente riprendere quel piano e rilanciarlo. Allo stesso modo è urgente recuperare la funzione fondamentale svolta dai fossi anch’essa gravemente compromessa.

Per questo il ripristino del Fosso delle Tre Fontane è un obiettivo fondamentale nella generale opera di tutela del territorio finalizzata anche a riguadagnare un’accettabile equilibrio idrogeologico.

E’ quanto dichiara il Presidente del Municipio Roma VIII Andrea Catarci.