Scuole e Nidi: disagi ovunque, si ripensi modello organizzativo

Comunicato stampa del 2 aprile 2015

Scuole e Nidi: disagi ovunque, si ripensi modello organizzativo

“Come era più che prevedibile si sono verificate numerose problematiche all’interno delle sedi municipali per l’obbligatorietà di presenza del personale scolastico durante i periodi di chiusura dell’attività didattica. Infatti, il Municipio IV è stato letteralmente invaso da 200 tra maestre ed educatrici che per le disposizioni contenute nel contratto unilaterale devono prestare comunque la loro attività anche se non si trovano nelle scuole o nei nidi perché chiusi. Nel nostro Municipio sono stati pochi i disagi perché le dipendenti giunte al Municipio erano una decina.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII

“Questa situazione irragionevole non può essere protratta ulteriormente e soprattutto portata fino alla chiusura estiva. Non si possono scaricare sui Municipi scelte che non hanno né capo e né coda. Chi ha redatto questa assurda regola cosa si aspettava che accadesse? Qual è la ratio che ha spinto a produrre una direttiva così inutile e dannosa?”

“Come già sollecitato ieri e come già sottolineato dal Presidente Sciascia, rinnovo la richiesta di rivedere immediatamente questa disposizione irragionevole e, come saggiamente deciso nel mese di febbraio, di sospendere l’applicazione del Contratto Unilaterale fino a quando non si giungerà ad un accordo con tutti i rappresentanti delle lavoratrici e dei lavoratori.– conclude Catarci -.”