Opere Pubbliche non si fermino alle Mure Aureliane

Comunicato stampa del 20 aprile 2015

Opere Pubbliche non si fermino alle Mure Aureliane

“Si apprende dal Sindaco e dall’Assessore alla Trasformazione Urbana Caudo che sono partiti, o partiranno a breve, lavori dall’Esquilino all’Aventino per oltre 13 milioni di euro finalizzati a realizzare opere pubbliche nei quartieri del Centro storico entro il 2016. Con la stessa dedizione si individuino risorse da destinare a tutti gli altri territori della città, bisognosi di ammodernamenti strutturali e infrastrutturali come e più di quello del Centro storico.”

“Rispetto al passato una piccola inversione di tendenza c’è. Finalmente nel documento economico del 2015 è riapparsa la possibilità di impegnare fondi nei Piani Investimenti municipali per nuove opere e manutenzioni straordinari, anche se una cifra modesta di 1 milione di euro. I Municipi sono stati costretti, tutti, ad optare per la destinazione del milione per il rifacimento delle strade e per la manutenzione scolastica, vista la cronica emergenza dei due settori in questione.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII

“Sono molti i progetti di recupero e di riqualificazione che giacciono fermi e impolverati nei cassetti degli uffici municipali. Si dia la possibilità, nell’ordinaria e in deroga a quel Patto di stabilità che spesso impedisce di spendere persino i fondi disponibili, di mettere mano a quella riqualificazione urbana tanto auspicata quanto necessaria.”

“Insieme a tutti i Municipi si proceda con le priorità da cantierizzare zona per zona – conclude Catarci -, altrimenti si rischia di aprire un divario sempre più profondo tra le condizioni di vita all’interno delle Mure Aureliane, dove la popolazione residente è in continua diminuzione,  e il resto della città.”