Appia Antica: destinare risorse per Regina Viaurum

Comunicato stampa del 30 aprile 2015

Appia Antica: destinare risorse per Regina Viaurum

“Pochi mesi fa si era lanciato l’allarme per l’assenza di risorse, uomini e mezzi, per garantire il rispetto dell’ordinanza sindacale n. 39 del 1997. Si era scritto al Sindaco Marino e al Comandante della Polizia Locale Clemente, per chiedere un intervento al fine di preservare la possibilità di fruire liberamente nei giorni festivi, senza più il traffico veicolare, degli spazi del parco archeologico dell’Appia Antica che vanno dall’Appia Pignatelli, vicino al mausoleo di Cecilia Metella, fino a ridosso delle Mure Aureliane. A quanto pare gli appelli sono rimasti inascoltati e di fatto oggi è evidente a tutti come non sia più possibile far rispettare i divieti di circolazione sull’Appia antica.”

“Sono chiari i limiti nella disponibilità di risorse economiche nonché nel numero sempre più ridotto di vigili urbani, ma vanno superati nell’attesa di perseguire l’obiettivo di migliorare la fruibilità ciclo-pedonale del Parco. Non si possono cancellare le chiusure domenicali introdotte negli anni ’90 quando poi si fa un piano generale di utilizzo della Polizia Locale che prevede la sottrazione di pattuglie dai Gruppi periferici per utilizzarli in azioni, di più stretta competenza delle forze dell’ordine, all’interno del centro storico cittadino.”

“E’ una politica miope quella che non riesce a guardare al di là di situazioni ed emergenze da affrontare senza l’idea di programmare l’azione cittadina, non alla giornata ma protratta nel tempo e negli anni. La Polizia Locale dovrebbe essere impiegata per la mobilità e la viabilità locale piuttosto che su altro.”

“Lo scorso anno il Municipio Roma VIII ha predisposto un progetto generale per l’intera area del Parco Archeologico che prevede percorsi pedonali protetti, una nuova viabilità più snella e maggiore protezione e sicurezza delle sedi stradali, senza stravolgimenti dei basamenti e delle aree storiche. Si tratta di un piccolo obiettivo da perseguire subito nella riqualificazione più complessiva della Regina Viarum che prevede: marciapiedi, limiti a 30 Km orari e controllo della velocità ed estensione delle zone unicamente ciclo-pedonali.”

“L’Appia deve continuare ad attrarre Romani e turisti e deve essere pronta per tempo all’evento straordinario del Giubileo. Per far questo va tolto spazio all’invasione massiccia di automobili che si continua a permettere e a tollerare ogni giorno ed in particolare la domenica.”  – dichiarano Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII e Massimo Miglio, Assessore all’Urbanistica del Municipio Roma VIII