Comune, Renzi non giochi con Roma

marino-renziComunicato Stampa del 16 giugno 2015

Comune, Renzi non giochi con Roma

 

“Il Presidente del Consiglio Renzi la smetta di giocare con i destini della nostra città e dica chiaramente, come ha lasciato intendere, se davvero vuole il commissariamento delle Istituzioni cittadine. In un frangente già particolarmente delicato come quello attuale, tra indigenza cronica di risorse e scossoni dell’inchiesta Mafia Capitale, la sua esternazione non è solo irresponsabile ed ingenerosa verso il Sindaco Marino e la sua Giunta, che fino a ieri venivano difesi come baluardo etico-morale. Suona anche come un “avviso di fine lavori” ad una macchina amministrativa come quella capitolina che già definire in difficoltà è poco e che, qualora avverta davvero la vicinanza alla tornata elettorale, bloccherebbe anche quel poco che si riesce a fare nell’attuale paralisi. Renzi è stato Sindaco, non può non capire le conseguenze delle sue parole, pesanti come macigni e non ancora rettificate. Di esse, davvero, non si sentiva il bisogno, ma evidentemente influisce l’umore nero per le recenti battute d’arresto elettorali.” – dichiara il Presidente del Municipio VIII Andrea Catarci.