Fosso Tre Fontane, se occorrerà andremo al Consiglio di Stato

fosso_i60Comunicato del 28 gennaio 2016

Fosso Tre Fontane, se occorrerà andremo al Consiglio di Stato

 

“Alla base della decisione del Tar Lazio di sospendere il provvedimento municipale di ripristino del Fosso c’è la relazione elaborata da un tecnico incaricato dallo stesso Tribunale amministrativo. In essa si nega l’esistenza dello storico Fosso ignorando del tutto i pareri e le prescrizioni di tutti gli Enti pubblici preposti: Autorità di Bacino del Tevere, Area Difesa Suoli Regione Lazio, Ministero Beni culturali, Soprintendenza di Stato, Aeronautica Militare, oltre ai tecnici incaricati da Procura e Municipio. Qualcuno sta sbagliando o distorcendo la realtà, o gli Enti pubblici citati o il perito. Nella difesa del territorio siamo tutti convinti ad andare fino in fondo e, dopo che due interrogazioni parlamentari hanno già coinvolto i Ministri interessati, se occorrerà il Municipio si rivolgerà al Consiglio di Stato, mentre i cittadini si apprestano a denunciare le tante stranezze alla Procura.” – dichiarano Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma VIII e Massimo Miglio, Assessore all’Urbanistica del Municipio Roma VIII