Casa: a Grottaperfetta 800.000 euro per un mucchio di macerie

autorecupero_grottaperfettaComunicato Stampa del 22 febbraio 2016

Casa: a Grottaperfetta 800.000 euro per un mucchio di macerie

“Alla fine degli anni ’90 diciotto famiglie avviavano l’Autorecupero di Via Grottaperfetta, uno dei progetti sostenuti dall’allora Giunta Rutelli e finanziato con una legge regionale. Dopo un bando veniva suggellato un ‘patto’ tra la cooperativa proponente ‘Inventare l’abitare’ e il Comune, con il secondo a garantire la realizzazione della parte strutturale con 500.000 euro di investimenti e la prima ad accendere mutui per 450.000 per costruire le parti interne degli appartamenti. Oggi, in occasione della conferenza stampa lanciata dagli inquilini e dalla cooperativa, si è ricordato che dopo oltre 15 anni, varie giunte comunali hanno promesso e progettato senza mai ultimare i lavori, con 300.000 euro di soldi pubblici e 30.000 della Coop gettati al vento ed ora  con il Commissario Tronca e la sub Vaccaro che intendono mettere la parola ‘fine’ alla lunga vicenda nella maniera più folle e cinica possibile: stanziando 500.000 euro per demolire il fabbricato ed azzerare tutto ignorando le famiglie, lo sperpero di risorse e i patti pregressi!”

“Noi non ci stiamo. Per i tanti che hanno sbagliato o, peggio, hanno fatto lavorare a vuoto l’Amministrazione sprecando risorse economiche e umane, non possono pagare le famiglie interessate e il territorio. Lo stato degradato del manufatto, del terreno e delle impalcature vanno superati ultimando i lavori e consegnando gli appartamenti, non riscoprendo la vocazione distruttiva di Attila.” – dichiarazione del Presidente del Municipio Roma VIII, Andrea Catarci