Decentramento: si parte con la gestione e la manutenzione ai Municipi delle aree verdi sotto i 20mila mq

Roma 21 dicembre 2021 – La Giunta Capitolina compie il primo passo nel percorso di decentramento di funzioni e compiti ai Municipi. Il provvedimento approvato procede infatti al trasferimento della gestione e della manutenzione delle aree verdi inferiori a 20mila mq per un totale di 1160 aree, escluse quelle vincolate. Un trasferimento compiuto anche a Regolamento per il decentramento amministrativo vigente.

La delibera prevede espressamente la prossima determinazione e l’assegnazione delle risorse economico finanziarie ai Municipi. L’iniziativa segue l’incontro che gli assessori Sabrina Alfonsi e Andrea Catarci avevano avuto nelle scorse settimane con tutti i 15 Presidenti dei Municipi, incentrato proprio sui temi del miglioramento dei servizi sul territorio e del trasferimento di competenze e di risorse finanziarie, umane e strumentali.

Lo avevamo detto e lo abbiamo fatto nei primi 50 giorni di lavoro – ha spiegato il Sindaco Roberto Gualtieridando inizio ad un processo di coinvolgimento dei vari livelli di governo della città verso un obiettivo comune: quello del decentramento per rendere più efficiente e articolata la nostra azione e avvicinare l’Amministrazione ai cittadini”.


Secondo l’assessora all’Ambiente Sabrina Alfonsi decideremo insieme ai Municipi come e dove intervenire, garantendo in questo modo un servizio più immediato rispetto ad un settore tra i più importanti e sentiti dalla cittadinanza”.


Anche l’assessore alla Partecipazione e al Decentramento, Andrea Catarci sottolinea l’importanza della delibera approvata “oggi si compie un primo passo fondamentale del percorso di riavvio del #decentramento a Roma che parte dalle aree verdi e riguarderà gradualmente l’assegnazione di funzioni nella manutenzione di uffici ed edifici pubblici, servizi in materia di stato civile e altro ancora“.

Approfondimenti:

https://www.romatoday.it/politica/aree-verdi-manutenzione-trasferimento-gestione-municipi.html