Browse Category

Cartellone Selvaggio

Manifesti Elettorali: altri migliaia di impianti a sfregiare Roma!

Comunicato del 31 gennaio 2013

Manifesti Elettorali: altri migliaia di impianti a sfregiare Roma!

“Nella città europea con il più alto numero di cartelloni pubblicitari, la Giunta Alemanno ha installato migliaia di impianti la propaganda elettorale. In barba ad ogni regola di buon senso e rispetto civile, sono collocati ovunque, all’interno delle aree verdi, nei pressi delle fermate dei bus, ad ogni angolo e spazio libero rimasto sui versanti stradali, compromettendo ulteriormente il decoro urbano e mettendo a rischio l’incolumità dei cittadini, per l’instalibilità strutturale e la collocazione di molti di essi.”  – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI

“Non era possibile, visto che Roma Capitale è titolare della gestione delle affissioni e dei relativi impianti pubblicitari, utilizzare i tantissimi spazi già esistenti ed in gran parte legalizzati dalla miope politica in materia della Giunta Alemanno? Quanto è costato questo ulteriore scempio alla Capitale e quanto costerà ripristinare i marciapiedi e le sedi stradali bucate? Di certo troppo, in un contesto di perenne indigenza di risorse e di strutturale deficit nella manutenzione urbana.”

“Il Municipio Roma XI ha chiesto alla Giunta Alemanno una copia del contratto sottoscritto dall’Amministrazione capitolina con la ditta incaricata dell’installazioni e denuncerà situazioni di difformità e di pericolo create dalle indicazioni in esso contenute.”

Cartelloni: giustizia alla rovescia!

Comunicato Stampa del 11 gennaio 2013

“Condannato il sito Cartellopoli a novi mesi, eppure non c’è un’inchiesta sui cartelloni che fanno scempio di Roma, si archiviano sistematicamente le denunce presentate contro le aziende e si condanna un blog civico, un servizio per informare e sensibilizzare, uno strumento di denuncia e di partecipazione.” “Massimiliano tonelli, animatore del Blog, è stato accusato e condannato per istigazione a delinquere, nove mesi di reclusione e venti mlia euro di danni da rimborsare ad un’azienda di afffissione per aver pubblicato foto e dichiarazioni di cittadini relative a iniziative contro alcuni cartelloni pubblicitari” “Intanto lo scempio continua indisturbato, come gli affari degli operatori del settore. Nel ribadire il ruolo insostituibile avuto da cartellopoli e dagli altri blog nel fare emergere la gravità della situazione romana, si auspica che in appello la sentenza possa essere ribaltata e comunque non determini in alcun modo una tendenza atta a silenziare la voce dei cittadini e a tenere chiuso il vero vaso di Pandora.”– dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI

Cartelloni: Rimossi due 4×3 nell’area verde di Viale Colombo

Comunicato Stampa del 27 settembre 2012

Cartelloni: Rimossi due 4×3 nell’area verde di Viale Colombo

“Come denunciato ripetutamente dal Municipio Roma XI, in città si continua a tollerare l’installazione di orribili impianti pubblicitari di ferro e cemento di grandi dimensioni, parecchi dotati di illuminazione, che deturpano l’ambiente ed i paesaggi urbani e sono causa di pericolo per la cittadinanza perchè installati nottetempo  Dal centro alla periferia non si risparmiano incroci, spartitraffico, attraversamenti pedonali e ciclabili, spazi verdi e parchi, aree di pregio sottoposte a tutela, monumenti. Viale Cristoforo Colombo è un po’ l’emblema di questa completa libertà d’azione di cui godono gli oltre 400 operatori del settore delle affissioni: per lunghi tratti gli impianti formano un vero e proprio muro continuo, sovrastando pericolosamente quella pista che è uno dei tratti più utilizzati della mobilità ciclabile cittadina.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI –

“Nel disastro generale capita pure, ed è davvero una notizia, di registrare qualche segnale positivo. Dopo le richieste ufficiali di intervento, i solleciti e le denunce pubbliche del Municipio Roma XI, sono stati finalmente rimossi i due cartelloni 4 x 3 piazzati dentro l’area verde di viale Cristoforo Colombo, all’altezza di via Accademia degli Agiati, con il relativo impianto di illuminazione. Solo una goccianel mare si dirà, e a ragione. Tra migliaia di ‘obbrobri’ sono ancora in bella mostra quelli che incombono sull’asilo nido di via Veronese, a Tormarancia, segnalati più volte dopo che uno di essi era caduto all’interno del giardino scolastico, quelli numerosissimi installati a ridosso delle piste ciclabili di viale Cristoforo Colombo e via di Grottaperfetta, quello sulle strisce pedonali in prossimità di Piazza dei Navigatori particolarmente pericoloso per i non vedenti, quello all’entrata del Parco Sbragia-Salerno (già Parco Fao), nel quartiere San Paolo. Ma da oggi l’area verde di viale Colombo non è più offesa dai due maxi cartelloni – conclude Catarci – e aver assistito allo smantellamento è comunque stata una piccola soddisfazione.

Cartelloni pubblicitari: si rimuova subito il cartellone ammazza non vedenti!

Comunicato Stampa del 17 settembre 2012

Cartelloni pubblicitari: si rimuova subito il cartellone ammazza non vedenti!

“Non si ferma lo scempio del territorio con l’installazione intensiva dei cartelloni pubblicitari nel Municipio XI. Ogni centimetro appetibile viene preso d’assalto e spesso si dimentica di rispettare, prima ancora che le regole del codice della strada e del regolamento sulle affissioni, il puro buon senso. E’ il caso dell’ennesimo impianto pubblicitario su cui il Municipio ha chiesto l’intervento dei Vigili Urbani, che hanno prontamente sanzionato la ditta installatrice. Se ne è dunque sollecitata l’immediata rimozione all’Assessore capitolino competente, Davide Bordoni.”

“Si tratta di un cartellone basso installato sulla Cristoforo Colombo, a due passi dalla sede della Regione Lazio, su un attraversamento pedonale. Esso è particolarmente pericoloso per chi è privo della vista, come segnalato dalle Associazioni Cittadinanza Attiva, Basta Cartelloni e Disabili Visivi.” – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI

“Nel Municipio XI l’azione di rimozione è completamente ferma. La realtà è che, a parte le chiacchiere sul Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari (PRIP) ancora non operativo, con la Giunta Alemanno il disinteresse per gli spazi comuni e il decoro è cresciuto giorno dopo giorno. Si tollerano migliaia di pericolosi e osceni mostri di ferro e cemento, disseminati ovunque, pur di permettere la prosecuzione dei devastanti affari degli oltre 400 operatori del settore delle affissioni.”  – conclude Catarci

Per visualizzare le foto del cartellone, aprire i link:

http://wordpress.tupone.it/acatarci/wp-content/uploads/sites/4/2012/09/IMG-20120915-00162.jpg

http://wordpress.tupone.it/acatarci/wp-content/uploads/sites/4/2012/09/IMG-20120915-00165.jpg

http://wordpress.tupone.it/acatarci/wp-content/uploads/sites/4/2012/09/Roma-20120915-00164.jpg

http://wordpress.tupone.it/acatarci/wp-content/uploads/sites/4/2012/09/Roma-20120915-00163.jpg