All’Acea Innovation Day “Innovazione Open e senza confini”

Questa mattina ho portato il saluto del Sindaco Roberto Gualtieri e della Giunta di Roma Capitale alla tappa conclusiva dell’Acea Innovation Day, una giornata di discussione con i protagonisti del mondo istituzionale e industriale sui temi della trasformazione digitale ed ecologica.

Sono due sfide tanto importanti quanto urgenti per il nostro Paese, come ricordato dal Ministro Vittorio Colao, che Roma nei primi otto mesi di governo della giunta Gualtieri sta traducendo in progetti concreti, cogliendo le opportunità di programmazione fornite dal PNRR, dai Fondi Strutturali e dai grandi eventi in programma a partire dal Giubileo 2025, provando ad affrontare le enormi problematiche attuali delineando le basi di un futuro diverso.

Tanto per fare qualche esempio, proprio insieme ad Acea Gruppo siamo al lavoro per migliorare la rete idrica e per portare il servizio nelle zone dove è più carente; qualche giorno fa il Sindaco e la Ministra Carfagna hanno sottoscritto il Contratto Istituzionale di Sviluppo grazie a cui circa 300 scuole di Roma Capitale saranno riqualificate all’insegna dell’efficientamento energetico e la riduzione di gas climalteranti; con progettualità specifiche stiamo puntando ad aumentare la dotazione di servizi culturali, educativi, sanitari e della mobilità in tutte quelle zone lontane dal centro in cui essi sono merce rara; con i Piani Urbani Integrati prevediamo interventi specifici su tre aree della città, Torbella Monaca, Corviale e complesso del Santa Maria della Pietà a Monte Mario; agendo con modifiche radicali puntiamo a intensificare l’economia circolare, la sharing mobility, la nascita e la diffusione delle comunità energetiche, guardando all’obiettivo della neutralità carbonica, cioè eliminando o compensando le emissioni di gas serra.

La sfida dei 15 minuti è anche questo: una città sostenibile e meno diseguale che investe in innovazione con la priorità delle persone e dei territori più in difficoltà, “smart” perché al servizio di persone e territori.

Bilancio Partecipativo 2019-2021: incontro pubblico alla Casa della Città per restituzione dei risultati

Roma 5 luglio 2022 – Si è svolta alla Casa della Città la restituzione dei risultati del Bilancio Partecipativo 2019-2021 nell’ambito di un incontro pubblico con cittadini, associazioni, Municipi e Consiglieri capitolini, organizzato dall’Assessorato al Decentramento, Partecipazione e Servizi al Territorio per la città dei 15 minuti insieme al Vice Direttore Generale Servizi al Territorio e Decoro e alla Direzione Partecipazione di Roma Capitale.

Alla consultazione online avviata nel 2019 hanno partecipato complessivamente oltre 46 mila utenti unici tramite l’area ‘Partecipa’ del portale istituzionale di Roma Capitale. Dopo le diverse fasi previste, sono stati scelti e finanziati 65 progetti, in gran parte ancora da realizzare.

Nel quadro di un sempre maggiore coinvolgimento della cittadinanza nella gestione e nella cura della città, la restituzione dei risultati è una fase tanto importante quanto doverosa, soprattutto nei confronti di tutti coloro che hanno contribuito alla presentazione e selezione delle opere. Non tutte le proposte che hanno superato l’esame di fattibilità tecnico-economica sono state poi avviate a realizzazione, in particolare 7 sono state definitivamente definanziate. Per le restanti, 14 sono ancora in fase di progettazione, 11 sono state messe a gara, per 18 sono partiti i lavori e in 15 casi si sono conclusi. Nonostante il processo partecipativo sia risultato valido, non altrettanto può dirsi del successivo momento realizzativo: la frammentazione degli interventi e dei soggetti responsabili ha comportato un eccesso di blocchi e ritardi nell’esaudire le indicazioni sollecitate dalla comunità.

L’impegno dell’attuale amministrazione si concentrerà nell’indirizzare i processi partecipativi su servizi e opere che possano realmente vedere la luce in tempi certi. Si ringraziano per gli sforzi profusi la Vice Direzione Generale Servizi al Territorio e Decoro e la Direzione Partecipazione, con cui procederemo a revisionare i meccanismi attuativi” ha dichiarato Andrea Catarci, assessore al Decentramento, Partecipazione e Servizi al Territorio per la città dei 15 minuti di Roma Capitale.

Le 65 proposte ammesse al finanziamento possono essere consultate nell’area Partecipa accessibile dalla home page del sito di Roma Capitale:

https://www.comune.roma.it/web/it/processo-partecipativo.page?contentId=PRP322060

Qui un apposito cruscotto permette di consultare nel dettaglio gli importi stanziati, la struttura capitolina che segue le successive fasi di progettazione e realizzazione e ogni altro aggiornamento sullo stato di avanzamento dei lavori.

Forza Tiziana!

Tiziana Ronzio è una donna tenace e coraggiosa.

Con queste infinite risorse di tenacia e coraggio si dedica da anni a una preziosa attività di riqualificazione strutturale e sociale del quartiere di Tor Bella Monaca, dove al civico 50 in viale S. Rita da Cascia è attiva l’associazione Tor Più Bella di cui è presidente.

Con il Sindaco Roberto Gualtieri oggi l’abbiamo incontrata per testimoniarle solidarietà e vicinanza da parte dell’intera Amministrazione capitolina a seguito delle ennesime, vergognose, minacce di cui lei e la sua famiglia sono stati vittime recentemente.

Abbiamo assunto l’impegno di intensificare la presenza sul territorio con iniziative insieme alla sua associazione e alla società civile.

Forza Tiziana!

Amministrazione Condivisa dei Beni Comuni: alla Casa della Città il secondo incontro con le Associazioni

Roma 22 giugno 2022 – Va avanti il percorso di partecipazione e di confronto con associazioni, volontari, attivisti e Municipi sul tema dell’Amministrazione Condivisa dei Beni Comuni.

Oggi alla Casa della Città si è svolto un secondo incontro pubblico con i soggetti che hanno inviato i contributi per definire un testo di Regolamento condiviso.

Il percorso resta aperto a ulteriori suggerimenti, aggiunte e modifiche, nella convinzione che la partecipazione sia valore aggiunto e non adempimento noioso.

L’Amministrazione condivisa è, e dovrà essere in misura maggiore in futuro, uno strumento nelle mani della cittadinanza e dei Municipi: siamo sulla buona strada per dotare Roma di un Regolamento che si attende da troppi anni.

Aree verdi: al via in Municipio II piano decentramento

Roma 22 giugno 2022 – Prosegue l’assegnazione delle aree verdi sotto i 20.000 mq ai Municipi, in linea con quanto previsto dalla delibera con la quale, già a partire dallo scorso anno, insieme all’Assessora Sabrina Alfonsi e alla Giunta capitolina, si è inteso riavviare il processo di decentramento infracomunale rimasto bloccato per anni a Roma.

Oggi abbiamo consegnato al Municipio II 69 aree verdi che si aggiungono alle 66 aree al di sotto dei 5mila mq già gestite a livello municipale.

La sinergia con gli uffici centrali si rafforza e, nel contesto particolare del Municipio Roma II, permette alla cittadinanza di avere un chiaro riferimento amministrativo in termini di responsabilità: al Servizio Giardini comunale spettano le Ville storiche e, da oggi, al Municipio competono i restanti spazi verdi.

Si tratta di un passo ulteriore per realizzare la riforma amministrativa e valorizzare i 15 Municipi come organi di governo locale: contemporaneamente al trasferimento delle aree avviene anche quello delle relative risorse economiche dal Campidoglio al bilancio municipale.

Si ringrazia Francesca Del Bello Presidente Municipio Roma 2 , la sua Giunta e gli uffici del Municipio II per il lavoro fatto e per quello che verrà.