Il Municipio Roma VIII suona la carica alla città

Il Municipio Roma VIII suona la carica alla città

Dopo l’esplosione del M5s locale e le dimissioni dell’ex Presidente Pace, il Municipio Roma VIII liberato è pronto a continuare, nel territorio e per la città.

Nei nostri quartieri, costruendo i Consigli aperti ed autogestiti nella sede di via Benedetto Croce, per sottoporre priorità e problemi al Commissario che verrà ed al Campidoglio. Un commissariamento che deve essere il più breve possibile e che deve consentire ai nostri quartieri di andare a votare e scegliere i loro rappresentanti il prima possibile, dopo lo s-governo del M5s.

Per Roma, allargando critica ed opposizione sociale e politica alla Sindaca Raggi ed al M5s, dannosi ed incapaci di amare e governare la nostra città, per mandarli a casa in tempi brevi.

Nella convinzione di praticare questi due obiettivi ci siamo già rimessi in cammino, per la costruzione di una coalizione civica e popolare di sinistra -sociale e culturale prima che politica – che rappresenta l’unica alternativa reale ai disastri del M5s ed alla incapacità del centro destra. Forzaaaaaa

 

 

  

 

Catarci: Archiviata la disfatta M5s, al voto il prima possibile

Comunicato Stampa del 5 aprile 2017
 
“La prima esperienza di governo municipale M5s del Municipio Roma VIII non poteva avere epilogo più rapido e tragicomico: dopo 10 mesi, con le dimissioni del Presidente Pace, si finisce come si è iniziato, con gli stracci che volano e gli insulti l’uno contro l’altro” dichiara Andrea Catarci, Portavoce Coalizione Civica e di Sinistra Municipio Roma VIII
“Se non fosse per i servizi chiusi, per le esperienze positive mortificate, per la contrazione della manutenzione urbana, per il servilismo e l’idiozia sulle questioni urbanistiche, per il disinteresse davanti alle sofferenze ed alle emergenze sociali, per l’arroganza ed i rancori sprizzati in abbondanza contro tutto e tutti, ci sarebbe persino da ridere… – prosegue Catarci – Invece non ci viene da ridere per niente, perché il M5s locale ha ampiamente maltrattato i nostri quartieri e perché, malgrado i giochetti delle accuse incrociate, volenti o nolenti, ‘anche se voi vi credete assolti siete lo stesso coinvolti’. Ma forse scomodare De Andrè è persino troppo, perché qui siamo di fronte alla certificazione del fallimento della corte di Re Giovanni d’Inghilterra”

“Ora servono elezioni il prima possibile, per riprendere il cammino di un territorio ed una comunità che ha l’alternativa naturale al ‘nulla’ del M5s nella propria ricchezza sociale, associativa e politica e che ha molto da dire e fare per il rilancio della città tutta.
C’è da auspicare, infine, una riflessione seria della Sindaca Raggi su quanto accaduto da noi: valuti, possibilmente con la stessa onestà politica che va riconosciuta al Presidente Pace, se lei e il suo M5s sono in grado di governare Roma o no e, in caso di risposta negativa, se ne vadano.

#tuttiacasa #MunicipioRomaVIIILibero #elezionisubito” – conclude il Portavoce Coalizione Civica e di Sinistra Municipio Roma VIII Andrea Catarci

Catarci: Bilancio pubblico di 10 mesi di s-governo del Municipio Roma VIII

Comunicato Stampa del 27 marzo 2017

Catarci: Bilancio pubblico di 10 mesi di s-governo del Municipio Roma VIII. 

“Lo facciamo insieme alle realtà territoriali, ai servizi che hanno chiuso ed a quelli che hanno provato a chiudere, alle belle esperienze abbandonate al loro destino, ai progetti pluriennali maltrattati e costretti sulla difensiva, ai Comitati sorti in tutela del territorio e della qualità della vita – su questioni urbanistiche, su aspetti culturali, sportivi e socio-sanitari, in difesa dell’ospedale Cto e della sanità territoriale -, che nel Municipio Roma VIII non trovano nemmeno ascolto,per il disinteresse completo del M5s municipale.” dichiara Andrea Catarci, Portavoce Coalizione Civica di Sinistra del Municipio Roma VIII

“Lo facciamo nella Sala del Consiglio del Municipio Roma VIII (via Benedetto Croce 50), martedì 28 marzo alle ore 16.
L’appuntamento è rivolto a chi non li ha scelti e li contrasta, che insieme a noi vuole mandarli a casa il prima possibile, come a chi li ha votati e voluti: oltre gli scontri interni e le liti da condominio di cui hanno riempito le cronache fino alle dimissioni (ancora revocabili) del Presidente Pace, venite a sentire cosa hanno combinato davvero, dalla voce dei protagonisti, vittime dirette della presunzione e dell’arroganza del M5s locale” conclude Catarci.

CATARCI: MUNICIPIO ALLO SBANDO, CONTINUIAMO L’OPPOSIZIONE

CATARCI: MUNICIPIO ALLO SBANDO, CONTINUIAMO L’OPPOSIZIONE
 

“Il Presidente del M5s del Municipio Roma VIII, Paolo Pace, ha rassicurato i cittadini sulla solidità della sua maggioranza. Sembra dunque che intenda ritirare le proprie dimissioni e proseguire. E noi facciamo lo stesso, presentando un atto sulla ‘truffa capitale’ di Piazza dei Navigatori e convocando le realtà territoriali per fare il ‘Bilancio di 10 mesi di sgoverno municipale’ “– dichiara Andrea Catarci, Portavoce Coalizione Civica e di Sinistra Municipio Roma VIII

 

“Con la risoluzione relativa a Piazza dei Navigatori si sostiene la necessità di:

• richiedere di nuovo lo sgombero immediato del Comparto dell’immobile in acciaio e vetri in piazza dei Navigatori, abusivamente occupato dalla Confcommercio s.r.l.;

• intervenire presso l’Amministrazione centrale affinché sia formalmente comunicata l’indisponibilità definitiva a concedere le autorizzazioni per la costruzione del terzo palazzo previsto nella Convenzione urbanistica a piazza dei Navigatori;

• richiedere all’Amministrazione capitolina la risoluzione in danno della Convenzione Urbanistica di piazza dei Navigatori;

• richiedere all’Amministrazione capitolina l’acquisizione al patrimonio comunale dell’albergo incompiuto di viale Giustiniano Imperatore – in tutto o in parte – a titolo di risarcimento per le opere pubbliche dovute e mai realizzate per la collettività” – continua Catarci.

“Ovvero: NO al terzo palazzo ed all’occupazione abusiva di quello in acciaio e vetro; SI alla risoluzione in danno della Convenzione ed all’acquisizione al patrimonio comunale dell’albergo incompiuto.

Perché non c’è due senza tre e, dopo gli atti proposti sull’edificazione I60 Grottaperfetta e sugli ex Mercati Generali – che hanno contribuito in maniera determinante all’esplosione della maggioranza M5s del Municipio Roma VIII – torniamo a riprendere l’iniziativa anche su Piazza dei Navigatori e sull’albergo incompiuto, visto che Presidente, Giunta e maggioranza M5s municipale non vogliono (o non sono in grado di) muovere un dito.

Infine, il prossimo 28 marzo, nella Sala consiliare del Municipio Roma VIII, in via Benedetto Croce 50, ci riuniremo in Assemblea pubblica con numerose realtà territoriali per fare il ‘Bilancio di 10 mesi di s-governo del Municipio Roma VIII'” conclude il Portavoce Coalizione Civica e di Sinistra Municipio Roma VIII

Ex Mercati Generali: i 5 Stelle rinunciano a tutelare il quartiere Ostiense

Rinunciano a tutelare il quartiere Ostiense e si adoperano con tutti i mezzi per far risparmiare ad una cordata imprenditoriale 4-5 milioni da destinare ad opere pubbliche.

Lo fanno dopo riunioni segrete e liti furibonde tra loro e con i grillini in Campidoglio, dopo piroette democristiane con atti sottoscritti, poi rinnegati e infine bocciati, dopo aver tirato fuori il peggio del loro rancore piccolo borghese l’un contro l’altro, dopo aver preso ordini cone di consueto dalla Sindaca, dalla Casaleggio e dal Capo-Comico.

Lo fanno buttandola in caciara con il solito atteggiamento spregiudicato di chi in 10 minuti può dire tutto e il suo contrario, nascondendosi dietro parole come Partecipazione e Lotta ai Poteri forti di cui non conoscono nemmeno lontanamente la sostanza.

Sono quelli del M5s del Municipio Roma VIII, i soliti fenomeni…

L’articolo di Roma Today http://garbatella.romatoday.it/ardeatino/m5s-ex-mercati-generali-ferrara.html?utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter