Catarci: Archiviata la disfatta M5s, al voto il prima possibile

Comunicato Stampa del 5 aprile 2017
 
“La prima esperienza di governo municipale M5s del Municipio Roma VIII non poteva avere epilogo più rapido e tragicomico: dopo 10 mesi, con le dimissioni del Presidente Pace, si finisce come si è iniziato, con gli stracci che volano e gli insulti l’uno contro l’altro” dichiara Andrea Catarci, Portavoce Coalizione Civica e di Sinistra Municipio Roma VIII
“Se non fosse per i servizi chiusi, per le esperienze positive mortificate, per la contrazione della manutenzione urbana, per il servilismo e l’idiozia sulle questioni urbanistiche, per il disinteresse davanti alle sofferenze ed alle emergenze sociali, per l’arroganza ed i rancori sprizzati in abbondanza contro tutto e tutti, ci sarebbe persino da ridere… – prosegue Catarci – Invece non ci viene da ridere per niente, perché il M5s locale ha ampiamente maltrattato i nostri quartieri e perché, malgrado i giochetti delle accuse incrociate, volenti o nolenti, ‘anche se voi vi credete assolti siete lo stesso coinvolti’. Ma forse scomodare De Andrè è persino troppo, perché qui siamo di fronte alla certificazione del fallimento della corte di Re Giovanni d’Inghilterra”

“Ora servono elezioni il prima possibile, per riprendere il cammino di un territorio ed una comunità che ha l’alternativa naturale al ‘nulla’ del M5s nella propria ricchezza sociale, associativa e politica e che ha molto da dire e fare per il rilancio della città tutta.
C’è da auspicare, infine, una riflessione seria della Sindaca Raggi su quanto accaduto da noi: valuti, possibilmente con la stessa onestà politica che va riconosciuta al Presidente Pace, se lei e il suo M5s sono in grado di governare Roma o no e, in caso di risposta negativa, se ne vadano.

#tuttiacasa #MunicipioRomaVIIILibero #elezionisubito” – conclude il Portavoce Coalizione Civica e di Sinistra Municipio Roma VIII Andrea Catarci

stampa