Browse Category

Partecipazione

Bilancio Partecipativo 2019-2021: incontro pubblico alla Casa della Città per restituzione dei risultati

Roma 5 luglio 2022 – Si è svolta alla Casa della Città la restituzione dei risultati del Bilancio Partecipativo 2019-2021 nell’ambito di un incontro pubblico con cittadini, associazioni, Municipi e Consiglieri capitolini, organizzato dall’Assessorato al Decentramento, Partecipazione e Servizi al Territorio per la città dei 15 minuti insieme al Vice Direttore Generale Servizi al Territorio e Decoro e alla Direzione Partecipazione di Roma Capitale.

Alla consultazione online avviata nel 2019 hanno partecipato complessivamente oltre 46 mila utenti unici tramite l’area ‘Partecipa’ del portale istituzionale di Roma Capitale. Dopo le diverse fasi previste, sono stati scelti e finanziati 65 progetti, in gran parte ancora da realizzare.

Nel quadro di un sempre maggiore coinvolgimento della cittadinanza nella gestione e nella cura della città, la restituzione dei risultati è una fase tanto importante quanto doverosa, soprattutto nei confronti di tutti coloro che hanno contribuito alla presentazione e selezione delle opere. Non tutte le proposte che hanno superato l’esame di fattibilità tecnico-economica sono state poi avviate a realizzazione, in particolare 7 sono state definitivamente definanziate. Per le restanti, 14 sono ancora in fase di progettazione, 11 sono state messe a gara, per 18 sono partiti i lavori e in 15 casi si sono conclusi. Nonostante il processo partecipativo sia risultato valido, non altrettanto può dirsi del successivo momento realizzativo: la frammentazione degli interventi e dei soggetti responsabili ha comportato un eccesso di blocchi e ritardi nell’esaudire le indicazioni sollecitate dalla comunità.

L’impegno dell’attuale amministrazione si concentrerà nell’indirizzare i processi partecipativi su servizi e opere che possano realmente vedere la luce in tempi certi. Si ringraziano per gli sforzi profusi la Vice Direzione Generale Servizi al Territorio e Decoro e la Direzione Partecipazione, con cui procederemo a revisionare i meccanismi attuativi” ha dichiarato Andrea Catarci, assessore al Decentramento, Partecipazione e Servizi al Territorio per la città dei 15 minuti di Roma Capitale.

Le 65 proposte ammesse al finanziamento possono essere consultate nell’area Partecipa accessibile dalla home page del sito di Roma Capitale:

https://www.comune.roma.it/web/it/processo-partecipativo.page?contentId=PRP322060

Qui un apposito cruscotto permette di consultare nel dettaglio gli importi stanziati, la struttura capitolina che segue le successive fasi di progettazione e realizzazione e ogni altro aggiornamento sullo stato di avanzamento dei lavori.

Partecipazione e beni comuni: domani alla Casa della Città incontro pubblico con le Associazioni

Roma 18 maggio 2022 – Giovedì 19 maggio alle ore 16 alla “Casa della Città”, in Largo Giovanni da Verrazzano 7, si svolgerà un primo incontro pubblico con le associazioni della cosiddetta “Coalizione per i Beni Comuni”.

L’obiettivo è riprendere un percorso interrotto con il mondo associativo in generale e, nello specifico, con tutte quelle realtà che si erano rese protagoniste di una stagione di salvaguardia e tutela del bene comune.

Quello di domani sarà un primo importante momento di confronto per avviare una discussione volta alla predisposizione e all’approvazione di un “Regolamento sui Beni Comuni”, in merito al quale oltre 150 associazioni in passato avevano avanzato una proposta di iniziativa popolare poi respinta nella precedente consiliatura.

Il pomeriggio di lavoro sarà anche occasione per la riapertura della Casa della Città che, dopo un lungo periodo di inutilizzo, torna a essere luogo di partecipazione e incontro tra istituzioni e cittadini.

Al via sul portale di Roma Capitale la consultazione pubblica per la progettazione dei Poli Civici 

Roma 9 marzo 2022 – È online fino all’8 aprile, nella sezione ‘Partecipa’ del sito istituzionale di Roma Capitale, il questionario per contribuire a progettare i servizi dei nuovi Poli Civici.

Cittadine e cittadini di tutte le età, chi vive quotidianamente i quartieri, le associazioni, i comitati territoriali, potranno dare i propri contributi, suggerimenti, spunti di riflessione su come progettare il potenziamento della rete bibliotecaria esistente e la creazione di nuovi Poli Civici.

Su proposta dell’Assessore alla Cultura, Miguel Gotor, infatti, la Giunta comunale sta presentando un progetto PNRR da complessivi 50 milioni di euro di investimenti per la riqualificazione strutturale, energetica e digitale di 21 biblioteche esistenti e la creazione di 9 nuove strutture, centri culturali polivalenti e innovativi che saranno aperti con orari estesi e dotati di spazi liberi di incontro e sperimentazione.

Rilanciare la partecipazione dei cittadini e dei corpi intermedi alle scelte dell’amministrazione è uno degli obiettivi prioritari del Sindaco Gualtieri e della maggioranza tutta. In questo caso si chiede di esprimere le proprie priorità circa la progettazione di nuovi Poli Civici, culturali e di innovazione e il potenziamento dell’offerta culturale realizzata attraverso il sistema bibliotecario” commenta Andrea Catarci, assessore a Decentramento, Partecipazione e Servizi al territorio per la città dei 15 minuti di Roma Capitale.

Il sondaggio sui nuovi Poli civici rilancia una modalità di governo aperto e di rinnovamento dei sistemi decisionali che Roma Capitale intende attuare per dare nuova linfa al rapporto con associazionismo, comitati di quartiere, realtà territoriali di diversa natura, singoli cittadini, dando all’amministrazione l’opportunità di guardare la città con gli occhi di chi la vive” conclude.

Il questionario, che sarà disponibile fino all’ 8 aprile 2022, è anonimo ed accessibile a chiunque, attraverso il seguente link: https://www.comune.roma.it/web/it/notizia.page?contentId=NWS897942 oppure selezionabile dalla sezione “Partecipa” del sito istituzionale di Roma Capitale, alla voce Sondaggi e Questionari.

Da Giunta Capitolina ok a indirizzi politici su processi partecipativi

Roma 28 gennaio 2022 – Porre la cittadinanza al centro delle scelte strategiche riguardanti il tessuto cittadino attraverso l’implementazione di percorsi partecipativi, in presenza e virtuali, dentro un’unitarietà di programmazione con i Municipi. Con questo obiettivo la Giunta capitolina ha approvato oggi la memoria relativa agli indirizzi politici per il consolidamento e l’implementazione dei processi di partecipazione di Roma Capitale.

 “La delega alla partecipazione si lega a doppio filo alle altre due, decentramento e servizi al territorio, essendo determinante sia per la riforma amministrativa che per la realizzazione del modello della città dei 15 minuti. Oltre al consolidamento delle buone pratiche già avviate, intendiamo adottare in via sperimentale nuove e ulteriori modalità di partecipazione realizzando una serie di iniziative finalizzate a rafforzare co-gestione, condivisione e collaborazione tra cittadini e istituzioni, anche attraverso la valorizzazione di competenze e contributi di soggetti esterni quali associazioni, comitati, reti della solidarietà, organismi della rappresentanza, del Terzo settore e della cooperazione” afferma Andrea Catarci, assessore a Decentramento, Partecipazione e servizi al territorio per la città dei 15 minuti di Roma Capitale.

Con le politiche della partecipazione miriamo ad acquisire elementi indispensabili ai processi amministrativi, a favorire trasparenza, informazione e formazione alla cultura digitale e a elaborare, in una prospettiva di medio-lungo periodo, una visione nuova e condivisa dello sviluppo urbano” conclude.

Roma Capitale, il 17 marzo il primo Forum cittadino sui beni confiscati alle mafie

L’istituzione e l’avvio del Forum sui Beni confiscati alla criminalità organizzata sono passaggi importanti per inserire nel circuito virtuoso della creazione di valore sociale ed economico una serie di beni che, da esclusivi e frutto di affari illeciti e criminali, diventano comuni e condivisi.

Ne abbiamo parlato oggi in conferenza stampa con il Sindaco Roberto Gualtieri, l’assessore al Patrimonio Tobia Zevi, con Libera e con la Regione Lazio: Roma ha estrema necessità di moltiplicare i presidi sociali e culturali, guardando al modello della città dei 15 minuti, nonché di stimolare e irrobustire la dimensione partecipativa e i processi di coinvolgimento della cittadinanza nelle scelte.

La città si cambia a partire da un forte patto con i cittadini e le cittadine, dentro una fitta rete di alleanze sociali e attraverso una presa di responsabilità collettiva e diffusa. Una grande operazione nella quale è fondamentale che venga valorizzata la soggettività dei Municipi, i nostri 15 enti di prossimità. Nel quadro di queste sinergie il rilancio della partecipazione è indispensabile per segnare un cambio di passo e per rimettere questa dimensione collettiva al primo posto all’interno dei processi di cambiamento della città.

Il Forum cittadino si riunirà per la prima volta il 17 marzo prossimo, da oggi è possibile aderire compilando il modulo online presente all’interno dell’area “Partecipa” del sito istituzionale di Roma Capitale: https://bit.ly/3qYrHwT